PianetaDonna

Style blog: arte, design, consumi

Archivio per la categoria Design

Il pavimento interattivo di iO

Giulia» Giovedì 13 Novembre alle ore 13:01

io-pavimento-interattivo.jpg

L’ultimo ritrovato in fatto di pavimenti è iOO CORE, sviluppato dall’azienda trevigiana iOO. Le potenzialità di questo pavimento sono davvero sbalorditive: può essere un prato su cui sbocciano fiori al vostro passaggio, un tappeto di foglie autunnali che si spostano, dell’acqua che crea piccole ondine con tanto di pesci e via dicendo. Ad ogni elemento digitale è collegato un effetto audio. Gli effetti si controllano da un computer e si possono combinare a piacimento. In Italia iOO CORE sarà disponibile a partie dal 15 novembre a partire da 4.790 euro + IVA.

Fonte

Il giardino soonoro

Giulia» Martedì 11 Novembre alle ore 13:37

1_ovw8m_58.jpg

Il giardino sonoro Kirikabu ospita le piantine in un ambiente musicale, attraverso altoparlanti incorporati nel vaso. Il progetto è stato presentato dal 30 ottobre al 3 novembre alla Designer’s Week a Tokyo. La paternità spetta alla Victor Company of Japan (JVC), un’associazione internazionale con sede a Yokohama, Giappone. L’impresa è conosciuta per aver introdotto in Giappone la prima televisione.

Fonte

Outlet online di arredamento di design

Giulia» Lunedì 10 Novembre alle ore 12:39

pop-kartell.jpgI mobili di design spesso hanno una sola controindicazione: i prezzi decisamente elevati, che rendono quasi invitanti i parenti poveri dell’Ikea e simili.

Il sito lastdesign.it nasce come alternativa per chi vorrebbe fare un acquisto importante per la propria casa senza spendere una fortuna; i pezzi in vendita su lastdesign.it sono scontati in quanto provengono da mostre, vetrine, campionature o sono a qualche titolo oggetto di promozione. Eventuali imperfezioni provocate dall’esposizione al pubblico sono segnalati e fotografati.

Nell’immagine la poltrona Pop di Kartell.

Le sedie scultura di Carla Tolomeo

Giulia» Lunedì 10 Novembre alle ore 12:25

carla_tolomeo.jpg  sedia-carla-tolomeo.jpg

Carla Tolomeo, artista poliedrica, dopo un esordio come pittrice negli ultimi anni ha iniziato a realizzare queste sedie scultura in seguito al contatto con l’arte giapponese, da cui recupera il rapporto con la natura e la sensibilità verso le forme animali e vegetali. Le sedie scultura sono pezzi unici e incredibili, creazioni fantasiose ed esuberanti che utilizzano materiali e tecniche artigianali. Dove il pittore usa i colori, Carla Tolomeo usa i tessuti e le relative fantasie, dando vita a mescolanze e accostamenti che trasmettono gioia e positività.

Alcune delle creazioni di Carla Tolomeo sono visibili sul sito ufficiale.

Fonte

Foto tratte da qui e qui.

La clip per tenere insieme piatto e bicchiere

Giulia» Lunedì 10 Novembre alle ore 11:53

molletta-party-bicchiere-piatto.jpg

Chi è stato almeno una volta nella vita a un party a buffet conoscerà bene il problema: il piattino in una mano, il bicchiere nell’altra e nessuna possibilità di ingerire gli invitanti stuzzichini contenuti nel piatto stesso a meno di non farsi imboccare o mangiare direttamente dal piatto, tutte soluzioni che provocheranno un immediato calo della nostra immagine. Ora uno studio di design polacco ha risolto il problema con un’apposita molletta in grado di bloccare insieme piatto e bicchiere. Geniale!

Fonte

L’albero per gatti scalatori

Giulia» Domenica 9 Novembre alle ore 08:17

albero-per-gatti.jpgNon ho mai avuto un gatto, anche se mi sarebbe piaciuto, e quindi non so se questo giocattolo potrebbe divertire davvero i vostri amati felini, ma mi è sembrata un’idea ingegnosa e divertente.

Il Baobab Climbing Tree è un albero per gatti scalatori - e un po’ viziati, a dire il vero - e prende il nome dalla pianta celebre per la sua longevità e maestosità.

L’originale è in vendita qui in due diversi materiali, ma una copia dignitosa si può sicuramente far realizzare da un qualsiasi falegname.

Fonte

Il candelabro di vasetti di vetro riciclati

Giulia» Domenica 9 Novembre alle ore 08:11

lampadario-vetri-ricilati.jpg

Trovo veramente ingegnosa quest’idea per realizzare un lampadario - o meglio, un candelabro - con vasetti di vetro riciclati dai sughi pronti, i sottaceti e quant’altro. Come vedete, la realizzazione è abbastanza semplice e il costo praticamente nullo. Il lampadario si rivela particolarmente adatto a party estivi all’aria aperta, ma a mio avviso anche in un interno non è niente male.

Fonte

La sedia Revers di Cassina

Giulia» Sabato 8 Novembre alle ore 19:02

sedia-cassina.jpg sedia-cassina-design.jpg

La sedia Revers di Cassina è davvero elegante, fashion e duttile al tempo stesso: la vedrei bene intorno a un tavolo da pranzo come di fronte a una scrivania di un ufficio di design.

La sedia ha struttura in alluminio verniciato grigio metallizzato e sedile in compensato curvato di faggio. Un nastro in massello di faggio curvato forma lo schienale ed i braccioli. Il sedile e il nastro sono disponibili nei colori naturale, all’anilina nelle varianti nero, rosso e verde, laccato bianco opaco. E’ disponibile anche la versione con sedile imbottito.

Il designer Andrea Branzi è considerato tra i maggiori esponenti del design neomoderno; ha vinto numerosi premi tra i quali il Compasso d’oro nel 1987 e suoi oggetti sono stati prodotti, oltre che da Cassina, da Alessi, Vitra e Zanotta.

Il sale e pepe abbracciati

Giulia» Martedì 4 Novembre alle ore 12:58

sale-pepe-abbracciati.jpgIl sale e pepe Hug di Alberto Mantilla, progettato del 2002, è ormai quasi un classico di design quando si parla di complementi d’arredo per la tavola.

Hug esemplifica la volontà del designer di andare oltre la mera funzionalità esprimendo, in questo caso, un sentimento di affetto esplicitato dell’abbraccio tra due figure che, non a caso, sono una bianca e una nera.

Fonte

La Straps Band Chair by Yahïa Ouled-Moussa

Giulia» Sabato 1 Novembre alle ore 13:22

straps-band-chair.jpg

L’artista Yahïa Ouled-Moussa riutilizza vecchi indumenti e stoffe per creare arredi di design. Se guardate bene la sua Straps Band Chair vi accorgerete che è rivestita con cinture intrecciate, nella fattispecie quelle in tela che si usavano negli anni Ottanta. La Straps Band Chair è disponibile in diverse versioni, permettendo per sua stessa natura di sbizzarrirsi con divertenti giochi cromatici. 

Fonte

DesMM Design