PianetaDonna

Style blog: arte, design, consumi

Archivio per la categoria Arredi

I piatti con le zie brontolone

Giulia» Martedì 19 Agosto alle ore 08:25

piatto-vecchia-zia.jpg

Avete presente quella vecchia prozia brontolona la quale, quando eravamo piccoli, non sapeva pronunciare altro che frasi che iniziassero con “Non”? Soprattutto a tavola, era un continuo “Non parlare con la bocca piena“; “Non mettere i gomiti sul tavolo“; “Non guardare nel piatto degli altri“.

Consigli sacrosanti, per carità, ma che non facevano che alimentare l’allure poco edificante di “vecchietta acida”. Oggi l’artista Emma Houlston ripropone il personaggio della parente brontolona su una linea di piatti ad hoc.

Il divano bucolico di Droog

Giulia» Domenica 17 Agosto alle ore 10:45

divano-tronco-droogdesign.jpg

Andai nei boschi per vivere con saggezza, vivere con profondità e succhiare tutto il midollo della vita, per sbaragliare tutto ciò che non era vita e non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto. (Henry David Thoreau).

Insomma, non sarà proprio come vivere nei boschi, e nemmeno il massimo della comodità, ma sicuramente il Tree-trunk bench di Droog, con il suo appeal bucolico, è perfetto per chi agogna di tornare alla Natura.

Segnalo inoltre il perfetto abbinamento con la Lunuganga di Wok.

Paradise Birds, sale e pepe di Alessi

Giulia» Sabato 16 Agosto alle ore 08:26

paradise-birds-alessi.jpgPiù che degli uccellini paradisiaci, questi sale e pepe di Alessi mi ricordano le conturbanti pescioline di Fantasia di Walt Disney, con i loro grandi occhioni e i colori vivaci.

Il pezzo appartiene alla linea A di Alessi e si ispira alla millenaria tradizione delle arti applicate cinesi, che il designer Stefano Giovannoni ha conosciuto attraverso il progetto “The Chin Family”.

Il servizio è realizzato in resina termoplastica. Per vedere altre creazioni di Giovannoni per Alessi cliccate qui.

Le sculture in grafite

Giulia» Martedì 12 Agosto alle ore 08:56

scultura-conchiglia-grafite.jpg

Una scultura per la casa? Non è facile trovare qualcosa che non rischi di cadere nel pacchiano - vedi quegli orrendi leopardi in vetro di modernariato che a volte si vedono nelle abitazioni di qualche lontano parente.

La scultura in grafite dell’immagine viene dal laboratorio di San Francisco dell’artista Agelio Batle. Batle ha studiato biologia: per questo le sue opere sono così curate nei minimi dettagli della natura.

Una gallery delle sue opere è visibile sul suo sito ufficiale.

Fonte

Personalizzare i mobili Ikea

Giulia» Lunedì 11 Agosto alle ore 08:43

personalizzazione-ikea.jpg

L’Ikea è sicuramente l’asso nella manica per chi ha necessità di arredare la propria casa o il proprio ufficio, e cerca oggetti carini con un budget limitato.

Controindicazione dell’Ikea è proprio questa: richiare di trovarsi con lo stesso mobile del proprio vicino di casa, e in generale peccare un pò di originalità. A meno che non si scelga la via della personalizzazione, rielaborando i pezzi Ikea in chiave creativa e consona alle proprie esigenze.

Un blog raccoglie le idee di chi ha hackerato i propri mobili Ikea e ha deciso di condividere col mondo la propria creatività, illustrandone i procedimenti tramite testi e immagini. Da non perdere!

Fonte

Le posate 3 in 1 di Pandora Design

Giulia» Domenica 10 Agosto alle ore 08:26

posate-pandora-design.jpg

Non sembrano il massimo della praticità, ma sicuramente sono allegre e vengono incontro a chi ha problemi di spazio. Le Trinacria di Pandora Design sono realizzate in plastica trasparente e sono disponibili in arancio, rosso, trasparente, verde, giallo e nero.

Sul sito non mancano altri oggetti altrettanto interessanti e tutti da scoprire per conferire alla tavola un pizzico di creatività.

Classici di design: la Egg Chair

Giulia» Sabato 9 Agosto alle ore 08:17

egg_chair.jpg

Da sempre l’uovo è ricco di significati simbolici che vanno dall’idea della vita in esso contenuta a valenze religiose, magiche e superstiziose. Ancora oggi, le molteplici e criptiche chiavi di lettura dell’uovo non cessano di affascinare gli artisti e i designer dei nostri tempi.

La Egg Chair di Arne Jacobsen  fu pensata nel 1958 per arredare le lobby rooms del SAS Royal Hotel di Copenhagen. La linea trae ispirazione proprio dall’idea del guscio che, in questo caso, protegge e racchiude il corpo umano, garantendo un alto grado di relax e di privacy. Pare che nel creare la Egg Chair - concepita inizialmente come un divano -  Jacobsen si sia ispirato a Eero Saarinen e alla sua Womb Chair.

Grande mito del design e oggetto del desiderio degli appassionati del genere modernista, la Egg Chair conserva ancora oggi il suo allure cosmopolita, sofisticato e avanguardistico.

Oggi la Egg Chair originale è prodotta dall’azienda Fritz Hansen. Tutte le informazioni e le news sulla Egg Chair potete trovarle su sito The Egg Chair, da cui è tratta anche l’immagine in alto.

La sedia gruccia di Niels en Sven

Giulia» Giovedì 7 Agosto alle ore 07:53

hangchair-sedia-gruccia.jpg

Appoggiare la camicia sullo schienale della sedia sarà sicuramente più pratico con la Hangchair di Niels en Sven. Forse un pò meno utile è appendere la sedia nell’armadio. In ogni caso, si tratta di un oggetto di design insolito e molto creativo. Sul sito ufficiale del marchio di design sono poi molti gli oggetti che lasciano a bocca aperta.

Il divano altalena di Erik Jorgensen

Giulia» Sabato 2 Agosto alle ore 13:03

divano-jorgensen.jpg

Anche se sembra più adatto ad un parco giochi, il designer Erik Jorgensen propone lo stesso principio delle altalene per il salotto di casa.

Riuscire a salire sopra questo divano-altalena e non dondolarsi risulta pressochè impossibile, ma su una cosa non c’è dubbio: l’arredo è orginale e divertente, e i molti colori vivaci in cui è disponibile enfatizzano l’impressione di gioco e di ritorno all’infanzia.

Il divano-altalena non è l’unica creazione interessante di  Erik Jorgensen: se volete saperne di più date un’occhiata sul sito ufficiale.

Il tavolo dipinto

Giulia» Mercoledì 30 Luglio alle ore 10:50

tavolo-dipinto.jpg

Il primo aggettivo che mi viene in mente per definire questo oggetto è splatter. Sì, perchè mi evoca il tavolo di un’autopsia, o quello di un serial killer come Dexter.

Il tavolo splatter è opera di tale John Nouanesing, giovane designer francese le cui opere sono visibili a questo link.

DesMM Design